Benessere, Cani

Odore di cane?

odore di cane

Per quanto si possa amare i nostri cani, ed essere con loro in convivenza a volte quasi simbiotica, certe volte non possiamo negare che abbiano un “profumino” decisamente sopra le righe. Il cane non deve essere profumato, nel senso classico che intendiamo noi, ma un odore troppo intenso non sempre è sinonimo di buona salute, o di normalità. Un animale in salute non dovrebbe mai avere un “aroma intenso”, anzi: questo può essere addirittura indice di problemi di salute.

A meno che il nostro pelosetto non si sia rotolato in qualche immonda schiffezza, pratica che generalmente i cani adorano, il suo odore non dovrebbe assolutamente essere pungente. Gli odori sgradevoli provenienti dal manto del cane sono infatti causati dai batteri: normale che questi siano numerosissimi sul loro pelo, così come lo sono sulle nostre mani, ma non è la quantità ad essere determinante, bensì il tipo.

Cattivi odore del cane: i batteri

Infatti, quando nella flora che popola abitualmente manto e cute dei nostri amici a quattro zampe prevalgono i batteri “cattivi”, questi sprigionano prodotti che generano i cattivi odori. Non solo, quando è la flora nociva a prevalere, dobbiamo tenere presente due cose importanti: i batteri cattivi possono essere un segnale di squilibrio o di problema in corso, ma anche indice di ridotte difese immunitarie della cute e quindi campanello d’allarme per il possibile sviluppo di patologie cutanee.

Come comportarsi?

Innanzitutto ricordiamoci che ogni cane è un caso a se: le variabili che entrano in gioco sono molte, come ad esempio la razza, la natura del pelo (lungo, corto, etc.), l’ambiente in cui vive, le abitudini e gli eventuali scopi per i quali il cane viene impiegato. E’ evidente che non si possono generalizzare princìpi o consigli che vadano bene tanto per un pastore bergamasco in attività lavorativa quanto per un chihuahua abituato a vivere in borsetta.

Cani di media e grossa taglia abituati a vivere all’aperto

Vediamo di individuare alcune norme base che possano aiutare a fare chiarezza. Cani di media e grossa taglia abituati a vivere all’aperto, tenderanno a raccogliere, in media, cariche batteriche superiori (rispetto ai loro colleghi di appartamento) specie se a pelo lungo o ruvido: per questi soggetti, anche da lavoro, si consiglia una valutazione attenta e cadenzata di manto e cute. In questo modo potremo meglio tenere sott’occhio lo stato generale di salute, rimuovere eventuali corpi estranei e monitorare la comparsa di dermatiti o parassiti, nonché di piccole lesioni accidentali che è sempre meglio non trascurare.

Cani di taglia media e piccola abituati ad una vita casalinga

Per i cani di taglia media e piccola abituati ad una vita casalinga, avere la situazione sotto controllo risulta solitamente più facile: anche in questi casi una bella ispezione del manto, magari durante la spazzolata quotidiana, non guasta. E’ sempre valido il principio generale che i problemi è meglio prevenirli che curarli.

Aiuto extra, lo spray naturale

Oltre alla “manutenzione base”, piccoli accorgimenti tutti naturali possono migliorare la loro e la nostra vita: è il caso dello spray…RISOLTO! Odore ed igiene del pelo. Questo prodotto innovativo, senza antibiotici né disinfettanti, basa la propria efficacia sulla capacità di combattere i batteri “cattivi” attraverso l’azione di batteri buoni: i classici probiotici infatti sono in grado di svolgere la loro funzione positiva non solo se utilizzati nel regolarizzare l’intestino dei nostri animali, ma anche per mantenere il fisiologico equilibrio della loro cute e del loro manto.

cattivo odore del cane

Questo rivoluzionario prodotto agisce molto rapidamente ed in profondità: e totalmente naturale, non sporca, non unge e se viene accidentalmente ingerito dal vostro cane…gli fa solo bene. Problema…Risolto!