Benessere, Cani

Gastroenterite, come aiutare fido

gastroenterite cane

La gastroenterite è tra le malattie più fastidiose sia per i cani sia per i loro padroni. Purtroppo, però, è anche tra le più comuni, poiché basta davvero pochissimo perché il nostro Fido si prenda un bel mal di pancia con tanto di vomito, diarrea e febbre.

Alcune razze sono più predisposte di altre a contrarre questa malattia, ma, tutti i cani, almeno una volta nella vita, si ritrovano alle prese con questo fastidioso disturbo e con loro anche i loro padroni.

Il Parvavirus e la gastroenterite nel cane

Le cause della gastroenterite nel cane possono essere molteplici, ma, nella maggior parte dei casi il responsabile è un virus: il Parvavirus.

Il Parvavirus è un virus molto insidioso, che colpisce principalmente i cani e che si trasmette tramite il contatto con le feci, il pelo o la saliva di cani infetti.

Vettori passivi del Parvavirus possono essere anche alcuni insetti. La malattia può essere trasmessa anche dalla madre ai cuccioli per via transplacentare.

La gastroenterite da Parvavirus ha un’incubazione che va dai 7 ai 14 giorni.

Principali sintomi della gastroenterite nel cane

I sintomi della gastroenterite nel cane sono caratteristici e immediatamente riconoscibili.

Un cane affetto da gastroenterite presenta:

  • Vomito
  • Diarrea (con possibile presenza di sangue nelle feci)
  • Mancanza di appetito
  • Abbattimento e rallentamento dei riflessi
  • Disidratazione
  • Febbre che può raggiungere anche i 40 gradi

Nei casi più gravi possono comparire anche sintomi più gravi:

  • Problemi neurologici
  • Miocardite acuta
  • Infezioni secondarie

Terapia e cura della gastroenterite

La gastroenterite nel cane solitamente viene curata con la somministrazione di antibiotici, necessari per combattere l’infezione causata dal virus e per evitare il sopraggiungere di infezioni batteriche secondarie. Nei casi più gravi, il veterinario può ritenere necessario l’utilizzo di farmaci antiemetici per bloccare il vomito e la diarrea, cause principali della disidratazione.

Risolto disordine intestinale link

Se Fido è molto disidratato, allora, si può ricorrere alla fluidoterapia endovenosa per reintrodurre velocemente i liquidi persi.

Inutile dire che nel caso di cani affetti da gastroenterite è fondamentale tenere sotto controllo l’alimentazione. Durante le crisi di vomito è necessario sospendere la somministrazione di cibo che può riprendere solo il giorno successivo. La dieta deve essere leggera e facilmente digeribile.

E’ consigliato somministrare al cane affetto da gastroenterite pasti piccoli e frequenti, integrandoli con vitamine e sali minerali.