Benessere, Cani

Cioccolato vietato per i cani, contiene la teobromina

il cioccolato fa male al cane

Anche voi siete alle prese con un cane golosone, di quelli che non vi lasciano in pace a mangiare un pezzetto di cioccolata se prima non ne condividete un po’ con lui?

Beh, resistete e non cedete ai suoi occhioni imploranti, pensate che lo state facendo per il suo bene, poiché la cioccolata è un vero e proprio veleno per i nostri amici a quattro zampe.

Secondo quanto emerso da un recente studio dell’American Chemical Society, infatti, la cioccolata conterebbe una sostanza chimica, la teobromina che è altamente tossica per il nostro Fido.

Cos’è la Teobromina e perché è così nociva per Fido?

La teobromina è una molecola simile alla caffeina che interferisce sull’azione di una sostanza molto importante per l’organismo del nostro cane, la adenosina. La teobromina, infatti, impedisce all’adenosina di raggiungere i ricettori del cervello che sono responsabili del ritmo sonno-veglia.

Se assunta in piccole quantità, la teobromina determina un aumento del battito cardiaco e il flusso di ossigeno al cervello. Tali effetti si amplificano nei cani che non sono in grado di matabolizzare la sostanza.

In caso di assunzione massiccia di teobramina ci si troverà dinanzi ad un vero e proprio avvelenamento i cui sintomi si manifesteranno tra le 6 e le 12 ore successive all’assunzione della sostanza nociva.

Come riconoscere l’avvelenamento da teobramina

L’avvelenamento da teobramina si manifesta con febbre alta, vomito, diarrea, aumento del battito cardiaco, respirazione affannosa e convulsioni.

Difficile stabilire la soglia oltre la quale l’assunzione di cioccolata può risultare letale per il nostro amico a quattro zampe, poiché questa dipende da diversi fattori, quali il peso del cane e la percentuale di teobramina contenuta nella cioccolata. In media la cioccolata fondente è quella che ne contiene percentuali maggiori.

Si è calcolato che per un cane di circa 20 chilogrammi, bastano appena 400 grammi di cioccolato fondente per avere conseguenze letali.

Senza per forza arrivare agli estremi, bisogna tenere presente che anche se assunta in piccole quantità, la cioccolata si rivela dannosa per il nostro amico cane, specie se di piccola taglia.

Insomma, se ogni tanto cedete alle lusinghe del vostro cane e accontentate la sua richiesta di cioccolata – di cui sembrano essere stranamente molto golosi – sappiate che state facendo una cosa dannosissima per la sua salute immediata e futura.

Vitamina K1