Cani, Notizie

Bouledogue Français, le caretteristiche

bulldog francese

Pare che per la sua origine si debba fare riferimento a quei molossi di grossa taglia comunemente chiamati Bulldog nell’Inghilterra del XVII secolo. Restano in ogni caso aperte due possibili strade: oltre Manica si ritiene che tra il 1840 ed il 1860 siano arrivati in Francia dei Bulldog di taglia ridotta (circa 9 kg) che rappresentavano i “prodotti di scarto” dell’allevamento inglese, impiegati quasi a “rodaggio” dei primi accoppiamenti per favorire la nascita di cuccioli più piccoli e quindi facilitare il parto.

Una volta arrivati sul suolo francese al seguito dei merlettai inglesi, questi cani si sarebbero incrociati altri di tipo terrier già presenti sul territorio. Campanilistica è invece la teoria francese, che ne vede l’origine in cani autoctoni detti Terrier Boule o Ratier, compagni di mercanti e cocchieri ed abili cacciatori di topi. La razza venne poi riconosciuta nel 1890.

Taglia a parte, questo “piccoletto” francese conserva di fatto un carattere forte e tale da spingerlo ad imporsi non solo sui proprietari ma anche sui propri conspecifici di qualunque razza. Grazie a queste doti sa essere un valido guardiano della casa ed un efficace difensore delle persone che accoglie sotto la sua protezione, ma costringe l’uomo a imporre fin da subito una disciplina di dolce fermezza.

Standard di razza

Testa: Molto forte, con pieghe e rughe della pelle. Cranio quasi piatto, con fronte molto bombata. Muso corto e largo con pieghe concentriche e simmetriche che scendono sul labbro superiore.

Tronco: Petto largo e aperto, torace cilindrico e ben abbassato, costole a botte e molto arrotondate. Dorso largo e muscoloso, rene corto, groppa inclinata. Coda attaccata alta e incollata alle natiche.

Mantello: Pelo raso, fitto, brillante e morbido. Colori: tigrato (fulvo con strisce trasversali nere) o bianco e tigrato (fondo bianco con chiazze tigrate).

Misure: Peso: da 8 a 14 kg.

bulldog-promo