Cani, Notizie

Boston Terrier, le caratteristiche

boston terrier

La storia del Boston Terrier ha inizio “ufficialmente” nel quinquennio che va dal 1865 al 1870 quando Mr. Hooper, di Boston, acquistò dal concittadino William O’Brien un maschio di nome Judge, incrocio tra un Bulldog Inglese ed un English White Terrier. Si trattava di un cane forte, ben piazzato, di circa 14,5 kg di peso e dal colore nero tigrato con una striscia bianca sul petto. Da quel momento in poi si susseguirono gli accoppiamenti con femmine leggermente più piccole, fino a creare i padri riconosciuti di buona parte delle attuali linee di sangue. Restano tuttavia dei dubbi su quanto è successo prima del 1870. L’ipotesi più accreditata resta quella che vede almeno tre razze coinvolte nella formazione del Boston Terrier: il già citato Bulldog Inglese, il Terrier Inglese e il Bouledogue Français.

Sul piano del carattere, citiamo questa entusiastica definizione tratta dal volume The Boston Terrier (1928) di Vincent G. Perry: “Niente in America è più americano o più rappresentativo dello spirito del paese del piccolo cane americano: il Boston Terrier”. Questo cane è di fatto ubbidiente, predisposto ad apprendere, quieto quel tanto che basta da renderlo un compagno ideale della famiglia data la taglia ridotta e la facilità con la quale accompagna l’uomo a passeggio o in viaggio.

Standard Boston Terrier

Testa: Cranio quadrato e piatto sulla parte superiore. Muso corto, quadrato e largo, proporzionato al cranio, senza pieghe e più largo che lungo.
Tronco: Petto ben abbassato con gabbia toracica di discreta ampiezza. Dorso corto, rene anch’esso corto e muscoloso. Ventre leggermente risalente. Coda attaccata bassa e corta.
Mantello: Pelo corto, liscio, brillante. Colori: tigrato scuro con macchie bianche nette (ammesso il mantello nero con macchie bianche).
Misure: Peso: da 6,8 a 11,3 kg.

feci del cane